PERCHÉ COSÌ TARDI? PERCHÉ COSÌ LENTI? Aspetti psico-sociali nel ritardo alla lotta ai cambiamenti climatici, dai comportamenti quotidiani alle azioni collettive

Si è tenuto giovedì 17 giugno il Workshop del GdL Cambiamenti Climatici dal titolo "Perchè così tardi? Perchè così lenti?"

Quali sono gli ostacoli di ordine psicologico, sociale o culturale che ritardano le azioni contro la crisi climatica?

Il workshop, organizzato dal GdL Cambiamenti Climatici, ha voluto contribuire alla individuazione - con il contributo specifico di ricercatori, educatori, esperti di comunicazione e public engagement - di quelle resistenze che ostacolano l’adozione di comportamenti virtuosi, sia a livello di singoli individui che di comunità, approfondendo il tema mettendo a sistema l’ambito teorico-critico e il resoconto dello stato delle ricerche a livello nazionale e internazionale, con riferimento anche alle possibili applicazioni nell’ambito delle comunità universitarie.
Per contrastare il cambiamento climatico è quindi molto importante affiancare agli interventi sul versante strutturale e tecnologico un’opportuna conoscenza delle dinamiche psicologico-sociali che sono alla base dei comportamenti quotidiani delle persone. Sono infatti gli individui e le comunità, con i loro stili di vita e le loro scelte di consumo, i destinatari finali delle produzioni che determinano emissioni climalteranti, nonché i soggetti attivi delle possibili azioni di mitigazione e adattamento.

Per questo motivo da alcuni anni si è sviluppata la riflessione sui contributi che possono venire dalle scienze sociali e in particolare dalla psicologia, è quindi utile trovare nuove strategie e accelerare l’inevitabile auspicata transizione verso un sistema energetico e produttivo in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi.


Coordinamento scientifico: Bruno Mazzara, Marino Bonaiuto (Sapienza Università di Roma), Stefano Caserini (Politecnico di Milano)


Scarica il comunicato stampa

 

Programma del workshop

09:30 – 10:00 | Saluti e introduzioni

  • P. Lombardi | Presidente della RUS - Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile
  • S. Caserini | Coordinatore del GdL RUS Cambiamenti Climatici
  • B. M. Mazzara, M. Bonaiuto | Coordinamento scientifico del workshop

10:00-11:20 | Dimensioni individuali

11:20-12:40 | Dimensioni culturali

12:40-13:00 | Discussione

14:00-15:20 | Dimensioni comunicative

15:20-16:40 | Il ruolo della tecnologia

16:40-17:00 | Discussione

17:00-17:40 | Relazione conclusiva

  • Robert Gifford, University of Victoria, Canada: The dragons of inaction engender the theory of behavioral choice

17:40-18:00 | Discussione generale


Scarica il programma
Approfondimenti e riferimenti bibliografici


Per informazioni:
Paola Baglione (Politecnico di Milano), Referente Operativa del GdL Cambiamenti Climatici: rus-cambiamenticlimatici@polimi.it